Liturgia delle Ore -  Vespri


14 MARZO

BEATO GIACOMO CUSMANO ( m ) 
sacerdote

Giacomo Cusmano nacque a Palermo il 15 marzo 1834.
Divenuto medico, si prodigò gratuitamente nella cura dei malati poveri. 

Accogliendo poi la divina chiamata, fu ordinato sacerdote il 21 dicembre 1860 
e si dedicò con maggiore ed irrefrenabile ardore alla carità. 

Spese la sua vita nel procurare il necessario a chi era sprovvisto di tutto, preoccupandosi 

non solo di sfamare i corpi, ma soprattutto di nutrire anche lo spirito con le parole 
di vita eterna e l'azione sacramentale.
Istituì l'Associazione detta il " Boccone del Povero ", la Congregazione delle Suore Serve 
dei Poveri e dei Missionari Servi dei Poveri. Dopo una vita infaticabile al servizio dei più poveri 
morì a Palermo il 14 marzo 1888.
Il Sommo pontefice Giovanni Paolo II il 30 ottobre 1983 lo ha dichiarato Beato.


                                                          VESPRI

                                              
Per la commemorazione
  
    V.
O Dio, vieni a salvarmi.
    R. Signore, vieni presto in mio aiuto.

   Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
   Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.

 
Antifona al Magnificat
 
Si fece umile e povero per Cristo,

  ricolmò di beni gli affamati
  e il Signore lo innalzò nella gloria.
  

  CANTICO DELLA BEATA VERGINE        Lc 1, 46-55
  
Esultanza dell'anima nel Signore

   L'anima mia magnifica il Signore *
   e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

   perché ha guardato l'umiltà della sua serva. *
   D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

   Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
   e Santo è il suo nome:

   di generazione in generazione la sua misericordia *
   si stende su quelli che lo temono.

   Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
   ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

   ha rovesciato i potenti dai troni, *
  
ha innalzato gli umili;

   ha ricolmato di beni gli affamati, *
   ha rimandato i ricchi a mani vuote.

   Ha soccorso Israele, suo servo, *
   ricordandosi della sua misericordia,

   come aveva promesso ai nostri padri, *
   ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

   Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.

   Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.

   Antifona al Magnificat
   Si fece umile e povero per Cristo,

   ricolmò di beni gli affamati
   e il Signore lo innalzò nella gloria.
  


   Intercessioni
  
Gloria a Cristo, costituito sommo sacerdote per gli uomini davanti a Dio. Uniti nella    
   preghiera della sera, invochiamo il suo nome:
   Salva il tuo popolo, Signore.
 
   Tu, che hai suscitato nella Chiesa dottori santi e sapienti,
   - fa' che la comunità cristiana sia sempre guidata da uomini saggi e generosi.
 
  
Hai perdonato le colpe del tuo popolo per le preghiere di pastori santi, 
   che intercedevano come Mosè,
   - per i loro meriti purifica e rinnova sempre la tua Chiesa.
 
   Hai scelto in mezzo ai fratelli gli animatori del tuo popolo e li hai consacrati con l'unzione
   dello Spirito Santo,
    - riempi dei suoi doni coloro che hai posto alla guida della santa Chiesa.
  
   Tu, che sei l'eredità degli apostoli e dei loro successori,
   - fa' che nessuno si perda di quanti hai redento con il tuo sangue.
 
   Tu, che per mezzo dei pastori della Chiesa assisti i tuoi fedeli, perché nessuno li strappi     
    mai dalla tua mano,
    - fa' che i vescovi, i sacerdoti e i fedeli defunti si riuniscano tutti nella gioia del tuo regno.

   Padre nostro.
   Padre nostro, che sei nei cieli,
   sia santificato il tuo nome,
   venga il tuo regno,
   sia fatta la tua volontà,
   come in cielo così in terra.
 
   Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
   e rimetti a noi i nostri debiti
   come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
   e non ci indurre in tentazione,
   ma liberaci dal male.


   Orazione
   O Dio onnipotente e misericordioso,
   che hai fatto risplendere nel beato Giacomo Cusmano, sacerdote,
   una carità senza limiti a sollievo dei poveri e dei miseri,
   concedi a noi, per sua intercessione, che accesi dallo stesso ardore di carità,
   siamo sempre lieti di donare la vita
   a gloria del tuo nome e a servizio dei fratelli.    
   Per il nostro Signore Gesù Cristo,
   tuo Figlio, che è Dio e vive e regna con te,
   nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli.  


   Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
   R. Amen.