Liturgia delle Ore -  Vespri


16 GIUGNO

S. Mamiliano,
vescovo e martire ( V secolo  )
Patrono secondario dell'Arcidiocesi di Palermo ( mo )


S. Mamiliano Vescovo di Palermo nel V secolo, fu esiliato in Africa insieme a tre 
Compagni monaci durante la persecuzione vandalica ( 455-460 ).
     Da qui passò in Sardegna e quindi nell’Isola di Montecristo ove fondò un Monastero e morì.
Il culto del Santo sacerdote, presentato come Vescovo e Martire, da leggende assai posteriori, è intimamente connesso con la diffusione del Vangelo nell’Arcipelago Toscano 
e nella bassa Maremma. 
La Chiesa di Sovana venera in lui il suo protettore e Patrono principale della Diocesi; 
la Chiesa Palermitana lo venera come Patrono secondario della Diocesi , 
celebrandolo  il 16 Giugno.
Le sue Reliquie furono trasportate in tempi diversi a Sovana ( nella Concattedrale), 
a Spoleto, a Roma e parte della Testa nella Cattedrale di Palermo. 
E’ Patrono di Sovana, dell’Isola del Giglio e della frazione omonima di Ferentillo ( TR ).



VESPRI


Dal Comune di un martire ,oppure dal Comune dei Pastori ( vescovi ) con salmodia del giorno del salterio

V. O Dio, vieni a salvarmi.
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.

Inno

O Dio, dei santi martiri,
eredità e corona,
benedici il tuo popolo.

Nel nome di san Mamiliano
perdona i nostri debiti,
rinnova i nostri cuori.

Testimone di Cristo,
confermò col suo sangue
l'annunzio della fede.

Amico del Signore,
egli giunse alla gloria
per la via della croce.

La luce del tuo martire
ci guidi nel cammino
verso la meta eterna.

Sia onore e gloria al Padre,
al Figlio e al Santo Spirito
nei secoli dei secoli. Amen.

Antifona al Magnificat
Offrì la vita per le sue pecorelle
e completò nel suo corpo
quanto mancava alla passione di Cristo.

 
CANTICO DELLA BEATA VERGINE        Lc 1, 46-55
Esultanza dell'anima nel Signore

L'anima mia magnifica il Signore *
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l'umiltà della sua serva. *
D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *
e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *
si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati, *
ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri, *
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre *
nei secoli dei secoli. Amen.

Antifona al Magnificat
Offrì la vita per le sue pecorelle
e completò nel suo corpo
quanto mancava alla passione di Cristo.


Intercessioni

Nell'ora in cui Cristo, re dei martiri, offrì per noi la sua vita nella cena pasquale e nell'oblazione cruenta sulla croce, s'innalzi a lui la lode della Chiesa: 
Noi ti lodiamo e di adoriamo, Signore.

Noi ti lodiamo e ti adoriamo, o Cristo, causa e modello di ogni martirio, perché ci hai amati sino alla fine,
- noi ti lodiamo e ti adoriamo, Signore.

Perché hai chiamato i peccatori pentiti al premio della vita eterna,
- noi ti lodiamo e ti adoriamo, Signore.

Perché hai comandato alla tua Chiesa di offrire il sangue della nuova ed eterna alleanza, sparso per la remissione dei peccati,
- noi ti lodiamo e ti adoriamo, Signore.

Perché in questo giorno ci hai dato la grazia di perseverare nella fede,
- noi ti lodiamo e ti adoriamo, Signore.

Perché hai associato molti fratelli alla tua morte redentrice,
- noi ti lodiamo e ti adoriamo, Signore.


Padre nostro.

Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
 
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.


Orazione

Signore, tu che solo sei santo,
per l’intercessione del beato Mamiliano, vescovo e martire,
fa che viviamo in santità di vita
per ottenere il tuo gaudio eterno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.


Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
R. Amen.